Un’impresa cresciuta insieme al suo territorio, attraverso due secoli di storia

Siamo negli anni Venti del secolo scorso. Giuseppe Franzosi decide di avviare un’attività di cava e di trasporto inerti, attingendo al materiale di ottima qualità fornito dal torrente Curone. Potendo contare su otto figli maschi, sviluppa nel tempo diverse attività che spaziano dall’estrazione di ghiaia alla conduzione dei campi e al commercio di prodotti agricoli e da riscaldamento, nei comuni di Montegioco e Pontecurone.

Dal Curone allo Scrivia, seguendo la Ricostruzione

Durante e dopo la fine della seconda guerra mondiale i fratelli Franzosi continuano insieme queste attività e nel 1950 acquistano l’attuale sito di Tortona, sulla sponda destra del torrente Scrivia, dove già operava un impianto di estrazione e lavorazione della ghiaia che forniva pietrisco alle province di Alessandria e Asti. Nasce così l’impresa Franzosi.
Erano i fiorenti anni della Ricostruzione, quando si inghiaiavano ancora le strade e il settore edile stava prepotentemente crescendo, incrementando esponenzialmente la richiesta di inerti.
Sabbia e ghiaia, materiali poveri ma indispensabili per costruire case e strade sicure, sono le basi su cui si fonda e si rafforza in questi anni l’immagine di una solida azienda familiare, dove si lavora tutti fianco a fianco con la stessa passione e tensione al miglioramento.

L’innovazione tecnologica e la nascita del Gruppo

Questa cultura del lavoro e dell’innovazione ha portato la società a realizzare a Tortona, verso la fine degli anni ’60, moderni impianti per la produzione di calcestruzzo preconfezionato e di conglomerati bituminosi, dando una svolta tecnologica fondamentale all’attività.

Negli anni ’90 , poi, l’impresa si costituisce in Gruppo, con unità locali che operano su un’ampia zona, fornendo prodotti e servizi per l’edilizia, da Milano a Genova, senza rinunciare al radicamento sul territorio d’origine, dove la società ha mantenuto la sua sede principale.

Leggendo tra le righe di questa storia tipicamente italiana emerge il percorso di una famiglia che ha operato ed è cresciuta nei decenni, fino ad arrivare alla quarta generazione imprenditoriale. Una storia in cui i protagonisti e i volti cambiano, ma il rapporto con il lavoro e con le persone resta sempre uguale e dove, ancora oggi, non è raro trovare imprenditori e dipendenti collaborare ed ascoltarsi a vicenda, magari in dialetto.